Multe spaziali

Multa spaziale

Il giorno martedì 6 febbraio 2018 il “Falcon Heavy” (un missile dalle dimensioni spropositate capace di trasportare carichi considerevoli) è decollato dal Kennedy Space Centre ed ha successivamente messo in orbita un’automobile elettrica, la Tesla Roadster.  Elon Musk (imprenditore ed inventore sudafricano naturalizzato americano, cofondatore, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato di Tesla Motors) ritiene che esplorare l’Universo porti l’Uomo sia a sviluppare che a preservare la propria coscienza. La mia vignetta fa vedere un poliziotto marziano che ferma “Starman” (in realtà sulla vettura elettrica Tesla è stato inserita una tuta vuota alla quale è stato assegnato il nome anzidetto) e gli rilascia un verbale per eccesso di velocità. Chi dispone di capitali imponenti certamente può permettersi idee stravaganti e bizzarre, come questo progetto che porterà molta pubblicità e profitti. Speriamo che le disponibilità finanziarie vengano impiegate per risolvere gli enormi problemi del pianeta Terra. Forse quel verbale scritto è proprio il nostro Super Io (le Regole) che dovrebbe farci “rallentare” per avviarci più che altro a delle riflessioni profonde sui tanti aspetti importanti dell’esistenza. “L’unica regola del viaggio è: non tornare come sei partito. Torna diverso” (Anne Carson – Poetessa, saggista, traduttrice e insegnante canadese).