Velezia

VELEZIA navi in alto

L’8 luglio 2019 la nave da crociera “Costa Deliziosa” perde il controllo (muovendosi con il maltempo) e sfiora dei battelli ormeggiati e uno yacht in Riva Sette Martiri a Venezia. Il problema esiste, è innegabile: mezzi che pesano quasi centomila tonnellate non possono muoversi dentro spazi di navigazione angusti o comunque molto limitati. La vignetta ha il titolo “Velezia” perchè mi balzavano in testa due parole (senza perdere l’assonanza con il nome della Meravigliosa Città Veneta): “veleno” (ovvero quello che si genera nella bile dei veneziani, costretti a subire un vero e proprio assalto turistico all’interno della loro città) e “vele” (suggerisco di agganciare le navi da crociera a due elicotteri militari per farle veleggiare direttamente sopra la città e far felici i turisti che, ovviamente, non possono scendere per visitarla a piedi!). Per concludere: sarebbe necessario attivare i neuroni e comprendere che mezzi così imponenti non possono mettere in pericolo la Vita delle persone. “Tutto quello che è al di fuori di te ti può essere sottratto, in ogni momento. Solo ciò che è dentro di te è al sicuro” (Jeannette Winterson – Scrittrice britannica).

Condividi