Spread

Spread

“Spread”, un termine inglese che stabilisce la differenza tra due valori. Ogni giorno i TG trasmettono informazioni sulla differenza di rendimento tra i BTP decennali (BTP ovvero “Buoni del Tesoro Pluriennali” con durata da 3 a 30 anni) e i corrispondenti Bund tedeschi; entrambi sono titoli di Stato. Mi sono reso conto che nella parola “spread”, modificando leggermente la lettera “R” (ovvero spezzando le due stanghette che la formano) si origina la parola “dead” che, in Lingua inglese, vuol dire “morto”. In questi ultimi anni la Finanza nazionale ed internazionale, con le sue aggettivazioni che tendono ad umanizzare un meccanismo infernale che schiaccia tutto e tutti (“oggi la borsa mostra segni di stanchezza” oppure “tiepida risalita” ed anche “borsa in timida ripresa”), ha distribuito sorprese ad imprenditori e privati cittadini onesti…quante frasi ben studiate per far digerire le perdite di valore di milioni di euro. Vorrei aggiungere che far vedere i risultati in modo quotidiano dei risultati dell’Indice MIB (sono i 40 titoli azionari più importanti italiani) non permette di far capire il vero andamento. Se volete approfondire andate su Borsaitaliana.it e consultate gratuitamente gli indici che volete in tempi più lunghi: vedrete che, pur non essendo esperti, capirete subito quanta “strategia” viene impiegata per celare quanto più possibile la Verità sulla realtà azionaria reale. “L’Ego: bisogna stare attenti che l’amministratore delle nostre illusioni non diventi il liquidatore del nostro patrimonio”
(Fragmentarius).