Befana 2020

Befana 2020

Quest’anno la Befana non vuole discostarsi dal suo “finale” contenente uno scontro il più delle volte deleterio per Lei. Solca così i cieli notturni compiendo bizzarrie ed evoluzioni, accarezzando le stelle e la Luna ma… troppo veloce procede con la sua scopa: purtroppo si accorge in ritardo degli stop del TIR fermo in strada. Prudenza, ci vuole prudenza…anche quando si è una esperta guidatrice come la vecchietta in oggetto. Buona Befana a tutti, Amici cari! “Bisogna fare cose folli, ma farle con il massimo di prudenza” (Henry de Montherlant – Scrittore, drammaturgo e poeta francese; 1886-1972).

Condividi

Il Santo Padre schiaffeggia una fedele

Papa FranCEFFO

Papa Francesco, durante la Benedizione nel giorno di San Silvestro in Piazza San Pietro, viene afferrato bruscamente da una fedele su una mano; il Papa reagisce in modo subitaneo, schiaffeggiandole la mano: si tratta di una donna. Poi Papa Bergoglio chiederà scusa pubblicamente, dichiarando “A volte perdo la pazienza”. In effetti…pensando a quante volte migliaia e migliaia di persone si avvicinano a lui e lo toccano…è un Essere Umano, Santo ma Essere Umano! Nella mia vignetta odierna (stavolta ho ideato prima il titolo che mi ha fornito lo spunto grafico successivo) l’ho dipinto un “pochino” come un pirata, pensando forse alla canzone interpretata da Julio Iglesias “Sono un pirata, sono un signore”. E’ stato brusco ma anche un Signore a perdonare. “Il perdono è la qualità del coraggioso, non del codardo” (Mahatma Gandhi).

Condividi

Controlli sui botti di Capodanno

Botti Capodanno controlli a tappeto

In queste ultime ore vengono rafforzati i controlli sui botti di Capodanno; le Forze dell’Ordine stanno eseguendo controlli “a tappeto” su tutto il territorio italiano per arginare l’uso di spari illegali realmente pericolosi. Siate prudenti e…non vi fate intenerire da quegli occhioni furbetti: può essere anche letale. Buon Anno 2.0! “Il pericolo più grande si corre nell’ora della vittoria” (Napoleone Bonaparte).

Condividi

Capodanno 2020

Capodanno 2020

Domani sarà il 31 dicembre 2019, ultimo giorno dell’anno. La notte dei grandi festeggiamenti, di tavole imbandite di pietanze, di persone desiderose di testare le proprie fauci dopo gli ultimi ritocchi fantasiosi del dentista di fiducia. Poi, alla fine della cena, gli spari…altro momento in cui si perde il controllo e ci si sente come nella trincea durante la Prima Guerra Mondiale. Ci saranno feriti, come sempre avviene (spero pochi e non gravi); cercate di proteggere gli animali (cani, gatti, pappagallini, etc…) che sono sensibilissimi agli spari (delle persone che festeggiano) ed ancor di più alle esplosioni (degli idioti che festeggiano). Le raccomandazioni possono essere utili, dipende se vengono recepite. Meglio avere Misura e Buon Senso, questi si che fanno la differenza. Buon Anno Nuovo a tutti! “Spesso c’è più buon senso in uno solo che in tutta una folla” (Fedro – Scrittore romano; 20/15 a. C. – 51 d. C.).

Condividi

Natale 2019

Natale 2019

Eccoci giunti al Natale 2019…la Grande Festa! Si incontrano in questo periodo le persone invisibili, scomparse da anni, mai più viste dal periodo dell’adolescenza…che offrono i loro “auguri” quando “ti incontrano” sui social o talvolta in strada! E’ incredibile ma l’Amicizia non si spegne mai, davvero! Vorremmo tutti poter essere migliori, impegnarci in grandi progetti e portarli avanti, essere presenti nel momento del bisogno, aiutare senza pretendere nulla in cambio ed Amare realmente. Forse sono solamente promesse, parole che si attorcigliano una sull’altra ma che non hanno grande determinazione. Ma siamo così, Esseri Umani…con le nostre debolezze plurime ma anche (lo spero ancora) con tante Virtù e Qualità da mettere in gioco. Auguro un Natale di Pace, Salute, Amore, Serenità a tutti Voi! “Guai se non ci fosse il Natale. Ci deve essere almeno un giorno dell’anno a ricordarci che siamo qui per gli altri e non solo per noi stessi” (Fabrizio Caramagna – Scrittore)

Condividi

Vertical farm

Vertical farm

“Vertical farm”, ovvero “fattoria verticale”: l’ideatore è Dickson Despommier, professore universitario americano di “Scienze della Salute ambientale”. Nella vertical farm si dovrebbe autoprodurre cibo in modo sostenibile. Si tratta di veri e propri grattacieli in aree nelle quali possono svilupparsi diversi tipi di piante ed ortaggi. Nel prossimo futuro lo sviluppo della popolazione mondiale sarà inevitabile (nel 2050 le stime propongono un numero di abitanti che raggiungerà i 9 miliardi di persone). Certo è che lo sfruttamento di questo infinitesimo ma ricco e generoso Pianeta (il cibo basterebbe per tutti, solo che se ne sprecano ogni anno milioni di tonnellate) non potrà essere infinito. Mi auguro vivamente che i Grandi Paesi (America, Giappone, Cina, Europa, Russia…) si confrontino seriamente non per ostacolarsi ma per il raggiungimento del Bene comune. Nella vignetta ho inserito una mucca che, a causa della sua posizione sfortunata, pur essendo circondata da cibo…soffre la fame. “Mangiamo biologico e dopo inquiniamo? Curiamo la testa prima di curare il corpo!” (Domenico Adonini – Scrittore, aforista ed umorista).

Condividi

Black Friday

Black Friday

“Black Friday”, letteralmente “Venerdì Nero”. Una trovata geniale delle grandi multinazionali che, offrendo prodotti con sconti incredibili (non praticabili dai negozi che hanno clienti limitrofi o con volumi di vendita limitati), aumentano i loro introiti in modo spropositato. Poichè è noto che l’essere umano desidera acquistare anche senza una reale necessità, il Black Friday avviene “a tempo”; infatti un cronometro a scalare avverte di quante ore restano per rientrare nell’offerta. Non si ha molto tempo per riflettere e, tutto questo, facilita chi deve vendere oggetti che molto spesso non ci servono. “Economia. Fare a meno del necessario per risparmiare denaro e comprare il superfluo” (John Garland Pollard – Politico statunitense; 1871-1937).

Condividi

Venezia: nuovo picco dell’alta marea

Venezia nuovo picco alta marea

In queste prossime ore a Venezia è stato previsto un ulteriore picco dell’alta marea che raggiungerà, secondo la previsione degli esperti, un’altezza di circa 140 cm. Si tratta ora solo di sperare che non si verifichino amare sorprese ai portafogli di noi Italiani Creduloni, sempre pronti a pagare gli errori madornali compiuti nella fase di progettazione e “realizzazione” di opere costosissime (vedi MOSE), deteriorate e, fatto ancor più incredibile, ancora da collaudare. “In tempi di menzogna universale, dire la verità è un atto rivoluzionario” (George Orwell – Scrittore, giornalista, saggista, attivista e critico letterario britannico; 1903-1950).

Condividi

NO alla Violenza

NO Violenza uomini e donne

Il 23 novembre 2019 una manifestazione nel centro storico della Capitale anticiperà quello che accadrà il prossimo 25 novembre per la “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”; personalmente sostengo che NON DEVE ESSERCI VIOLENZA in alcun caso, perchè essa può avere origine sia da una parte che dall’altra. In questa vignetta alcuni dei cartelli (con i simboli maschili e femminili) sono sanguinanti…la brutalità e la prepotenza possono venire da entrambi i generi. Gli ultimi due indicatori puntano invece dalla stessa direzione, senza sangue e sono collegati tra loro: Uomo e Donna devono lottare insieme per vincere la violenza. “La violenza è una malattia, una malattia che danneggia tutti coloro che lo usano, indipendentemente dalla causa” (Chris Hedges – Giornalista, scrittore ed ex corrispondente di guerra statunitense).

Condividi

Acqua alta a Venezia

Acqua alta a Venezia

Venezia, 13 novembre 2019, l’acqua inizia a salire durante la notte. Un problema che è certamente noto in questa città che ha visto moltissime volte essere aggredita dall’acqua. Tutto ciò che fa parte dell’ambito naturale ha un senso; non ha senso al contrario chiedersi perchè progetti costosissimi come il MOSE (un’opera mastodontica di ingegneria civile che avrebbe dovuto preservare la città di Venezia in prossimità delle bocche di porto) siano stati scelti al posto di altri più economici e che tutta l’opera sia ferma da decenni. Anni e anni che passano, che si impilano…come fossero mazzi di carte. Adesso proviamo l’immenso piacere di sentire talk show in TV nei quali esperti di ogni ordine e grado mai visti prima, ex-politici che si rimpallato le responsabilità e giornalisti improbabili ci sollazzano con dibattiti infiniti e ci farciscono i neuroni con atroci domande senza risposte. L’illustrazione fa vedere un biglietteria che fornisce guide subacquee per visitare Venezia, ormai a – 20 metri sotto il mare (così indica il cartello a destra).“Non possiamo essere una nazione di eroi perché siamo un Paese che ha fatto dell’egoismo una virtù, del menefreghismo una regola di vita, dell’interesse personale l’undicesimo precetto” (Giampaolo Pansa – Giornalista, scrittore e saggista).

Condividi