2 giugno 2021 (non mi sento di festeggiare)

2 giugno 2021

Oggi è la “Festa della Repubblica Italiana”; personalmente non mi sento proprio in vena di solennizzare. Il motivo risiede nel fatto che, quando avevo 24 anni, il pomeriggio di quell’orribile 23 maggio 1992, iniziai ad ascoltare le prime notizie che sopraggiungevano dopo l’attentato al Giudice Falcone ed alla sua Scorta a Capaci. Degli Eroi, che TUTTI DOBBIAMO RINGRAZIARE SEMPRE per ciò che hanno svolto in Vita e, purtroppo, per il supplizio che hanno dovuto sopportare. Non sopporto l’idea che chi ha compiuto tali atrocità possa uscire dal carcere, anche se tali leggi sono state formulate per cercare di ricavare delle informazioni utili. Ma per alcuni dovrebbe esserci l’eccezione e non avere sconti di alcun tipo. No, proprio no. Oggi non festeggio questa repubblica.

Condividi

Omaggio al “Ciclista Esploratore” Lorenzo Barone

Impresa invernale Lorenzo Barone Siberia 2021

Tra breve sarà di nuovo in Italia Lorenzo Barone, il grandissimo “Ciclista Outrunner” Italiano che ha completato il percorso più a nord del Mondo: una lunghissima strada tra i ghiacci ed il freddo intenso della Siberia per Yuryung Khaya (la distanza totale è stata di 2864 km, con temperatura minima raggiunta di – 51 gradi centigradi). Partito da Pokrovsk (primo tentativo) deve fermarsi in quanto le basse temperature danneggiano la gomma anteriore della bicicletta. Lorenzo non si fa sconfiggere dalla delusione provata nei primi istanti, quindi crede in se stesso e tenta di nuovo. Nel secondo tentativo cedono ancora le camere d’aria, così attende il mese di febbraio per riprovarci. Giunto ad Orto-Surt un problema importante al ginocchio gli impone una nuova sosta. Ospitato per un breve periodo nella fase acuta del dolore, dopo 21 giorni riprende il suo percorso. Ha dormito nel silenzio della foresta, in baracche abbandonate usate come punto di appoggio dai cacciatori oppure ospitato dalle Persone del luogo. Le difficoltà ed i rischi aumentano quando Lorenzo arriva a superare il Circolo Polare Artico (oltre il freddo ci sono branchi di lupi). Ho preso le immagini dal video conclusivo di questo suo Viaggio strepitoso; dal filmato si riesce a comprendere a fondo quanta Preparazione, quanto Sacrificio e Coraggio ha avuto nel compiere questa Impresa Unica. Ha saputo cogliere gli aspetti umani del Viaggio, che sono fondamentali, si…. in realtà, nonostante gli spazi sconfinati, le Persone che vivono in queste terre lo hanno atteso con Riconoscenza, Stupore, Gioia ed Armonia. ll mondo occidentale si è assopito ed osanna l’inutilità e l’ovvietà. Negli occhi di queste Persone che vivono in un modo più essenziale ma non banale Lorenzo ha sperimentato che negli Uomini esistono molteplici Colori, quelli dell’Anima. Un Viaggio che nel video è condensato in pochi minuti ma resta intriso di Emozioni incalcolabili che fanno vibrare la parte più profonda di ciascuno di noi. GRAZIE INFINITE dei tuoi Sforzi, grazie delle tua Passione che ha prodotto tutto questo. GRAZIE DI CUORE, Lorenzo, di averci fatto comprendere quanto sia importante “Donare agli Altri”. Ti aspetto per poter parlare con Te ed alla Splendida Aygul tua moglie. A presto, Esploratore Lorenzo!

Condividi

Eitan (Forza)

Eitan (Forza)

Il crollo del Ponte Morandi a Genova non è stato sufficiente. Ancora di fronte a “persone” che sono orientate solo verso sé stesse, non verso gli altri, invase dalla bramosia di accumulare ricchezza intesa come denaro, non Ricchezza dello Spirito. Ora dovranno cambiare drasticamente il percorso delle loro vite, iniziare, se comprenderanno e vorranno, a dargli un senso. Sarà durissima, per le Famiglie delle Vittime, accettare queste perdite, forse non riusciranno…non lo so…mi convinco di si, cerco di crederci profondamente. Per coloro che hanno originato questo dramma auguro invece di non trovarsi a dare risposta alla domanda “Dove sono Mamma e Papà?” che il bambino superstite Eitan (che vuol dire “Forza”) farà, perché questi non sono in grado di poterla dare. Causerebbero altri gravi danni oltre quelli già compiuti. Dovrebbero chiedersi invece. “Chi sono io per aver fatto tutto ciò? e “Potrò dare un senso alla vita che rimane?”. Nella illustrazione ho rappresentato Eitan che è salvo e si trova a terra, di colore bianco, puro come la sua Anima di 5 anni; trattiene il suo Cuore osservando gli altri quattordici che salgono e non torneranno più. La fune ora viene sollevata verso il Cielo dai cuori stessi. Vorrei poter regalare un infinito briciolo di Leggerezza a chi, in questi momenti, sta piangendo i suoi Cari. “Guardando i bambini ritroviamo forza e coraggio” (Hayao Miyazaki – Regista, sceneggiatore, animatore, fumettista e produttore cinematografico giapponese).

Condividi

Giovanni Falcone (Palermo 18 maggio 1939 – Palermo 23 maggio 1992)

Giovanni Falcone 29 anni da strage di Capaci

Domani saranno trascorsi 29 anni dalla “Strage di Capaci”, ovvero da quella immane esplosione di circa 1000 kg di tritolo (celato da Cosa Nostra in un cunicolo di drenaggio sotto l’autostrada sullo svincolo per Capaci) che portò subitaneamente alla morte gli agenti di scorta (nella Croma blindata che precedeva quella del Giudice Falcone) Vito Schifani (autista), Antonio Montinaro e Rocco Dicillo. L’auto del Giudice si schiantò sui detriti generati dallo scoppio e la morte di Giovanni Falcone avvenne dopo un’ora dall’attentato, Francesca Morvillo (moglie del Magistrato) poche ore dopo (non indossavano le cinture ed i traumi furono terribili; perirono entrambi in ospedale). Ho voluto inserire la foto di Giovanni Falcone da bambino perché, sin da quell’età, non sembrava aver paura. E’ stata una Persona che dobbiamo ringraziare sempre, perché ha dato la sua Vita per la Giustizia, immolandosi per noi tutti. Lo stesso discorso vale per gli Agenti di Scorta, i quali, pur consci dei gravi pericoli che correvano quotidianamente, non si sono mai sottratti ai Doveri e mai si sono tirati indietro rifiutando di proteggerlo. Questa foto mi ha sempre colpito profondamente ed ho voluto pubblicarla insieme ad una delle sue Frasi che non si affievoliranno mai con il passare del tempo…e quella Luce e Forza Interiore che lo animarono in Vita…ebbene prendiamo tutta la sua Determinazione ed il suo Coraggio per cercare di rendere il mondo più giusto.

Condividi

Onore al Maestro Franco Battiato

Onore al Maestro Battiato

Il giorno 18 maggio 2021 si spegne, all’età di 76 anni dopo una lunga malattia, il Cantautore Franco Battiato, una colonna della Musica italiana e, sopratutto, un uomo che ha trasmesso Cultura nei suoi brani musicali. Ha intensificato la sua passione musicale mescolando tanti stili diversi nei vari periodi della sua esistenza, affiancando inoltre tanti dei suoi interessi (come la teoretica filosofica, la meditazione orientale, la mistica sufi..tanto per citarne alcuni). Molti artisti hanno collaborato con Lui ed è giunto al successo dopo una lunga ed intensa carriera. Ha sperimentato anche la pittura e il cinema. “Si misura l’intelligenza di un individuo dalla qualità d’incertezze che è capace di sopportare” (Immanuel Kant – Filosofo tedesco; 1724 – 1804).

Condividi

In ricordo del Maestro Ezio Bosso

In ricordo del Maestro Ezio Bosso

Ripropongo la vignetta che ho utilizzato nel momento della “scomparsa” del Grandissimo Direttore d’Orchestra Ezio Bosso; ho virgolettato perchè Uomini così non svaniranno mai. Ezio: una Persona con Sensibilità Eccelsa, Musicista Creativo e Colto, Umile e Presente, Forte e Risoluto dinanzi alle avversità della Vita e sempre pronto ad incontrare gli altri leggendo in profondità nel Cuore. Un Esempio da seguire. “I potenti rammentino che la felicità non nasce dalla ricchezza né dal potere, ma dal piacere di donare” (Fabrizio De Andrè – Cantautore italiano: 1944 – 1999).

Condividi

1 maggio 2021

Festa del lavoro 2021

Ho rappresentato una bilancia (con il coronavirus da un lato e il “lavoro” dall’altra) per esprimere rammarico in questa giornata. Purtroppo, in termini di occupazione, sono andati perduti migliaia di posti. Il peso della mancanza del lavoro è maggiore, per questo il piatto pende tutto da un lato. Ma la sua Importanza ha un grandissimo peso, quindi lo Stato dovrà attivarsi seriamente per aiutare tutti coloro che il lavoro non lo hanno, che lo hanno perduto o ridotto notevolmente a causa della pandemia. “Ricordati, se mai dovessi aver bisogno di una mano che ti aiuti, che ne troverai una alla fine del tuo braccio… Nel diventare più maturo scoprirai che hai due mani. Una per aiutare te stesso, l’altra per aiutare gli altri” (Audrey Hepburn – Attrice britannica; 1929 – 1993).

Condividi

Giornata Mondiale della Terra 2021

Giornata Mondiale della Terra 2021

22 aprile 2021, la “Giornata Mondiale della Terra”. Avevo illustrato precedentemente l’Ora della Terra; comunque non mi dilungherò qui sulle conseguenze dell’inquinamento globale (già pronosticate con larghissimo anticipo da scienziati che furono derisi dalla comunità scientifica nei decenni passati) che abbiamo e che continueremo ad avere nel futuro. La mia illustrazione mette in evidenza che solo le Creature (magari più innocue e quasi invisibili) si occupano di non far precipitare la Terra nel baratro: il ragno la sostiene con la sua tela, le formiche, alleate da sempre per raggiungere un obiettivo comune, la tengono ben salda tra le loro zampine. Noi “esseri umani”, capacissimi a discutere (le discussioni sarebbero cosa buona e giusta se si addivenisse ad una soluzione), commentare, criticare e chiacchierare ma per ciò che concerne il fare…molto poco. “Ogni filo d’erba sembra contenere una biblioteca dedicata alla meraviglia, al silenzio e alla bontà” (Fabrizio Caramagna).

Condividi

Ulivo pensante all’alba (2013)

Ulivo pensante all’alba

Ripropongo questo “Ulivo pensante all’alba” realizzato 8 anni fa per un libro di poesie di un Amico. Come avrete notato non ho pubblicato con la frequenza che mi ha contraddistinto nei mesi recenti; tale diradamento è avvenuto in quanto sto effettuando lo smaltimento della potatura degli ulivi, peraltro quest’anno eseguita in modo massivo. Mio Padre, nella sua casa in campagna, ha provveduto a loro fino a quando ha potuto (ora ha una sua età): la mia Coscienza così mi parla e mi sussurra di non disperdere quanto lui ha fatto. L’ulivo è una pianta particolare: fornisce olio gustoso con i suoi frutti ed il suo legno odoroso brucia con una fiamma persistente. Onore a questa pianta che deve essere osservata, curata, mantenuta ed amata nel tempo. “Qui ci sono dei campi bellissimi con ulivi dalle foglie grigio argento, come salici cimati. Non mi stanco mai del cielo azzurro” (Vincent Van Gogh – Pittore olandese; 1853 – 1890).

Condividi