Archivi del mese: Novembre 2019

Venezia: nuovo picco dell’alta marea

Venezia nuovo picco alta marea

In queste prossime ore a Venezia è stato previsto un ulteriore picco dell’alta marea che raggiungerà, secondo la previsione degli esperti, un’altezza di circa 140 cm. Si tratta ora solo di sperare che non si verifichino amare sorprese ai portafogli di noi Italiani Creduloni, sempre pronti a pagare gli errori madornali compiuti nella fase di progettazione e “realizzazione” di opere costosissime (vedi MOSE), deteriorate e, fatto ancor più incredibile, ancora da collaudare. “In tempi di menzogna universale, dire la verità è un atto rivoluzionario” (George Orwell – Scrittore, giornalista, saggista, attivista e critico letterario britannico; 1903-1950).

Condividi

NO alla Violenza

NO Violenza uomini e donne

Il 23 novembre 2019 una manifestazione nel centro storico della Capitale anticiperà quello che accadrà il prossimo 25 novembre per la “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”; personalmente sostengo che NON DEVE ESSERCI VIOLENZA in alcun caso, perchè essa può avere origine sia da una parte che dall’altra. In questa vignetta alcuni dei cartelli (con i simboli maschili e femminili) sono sanguinanti…la brutalità e la prepotenza possono venire da entrambi i generi. Gli ultimi due indicatori puntano invece dalla stessa direzione, senza sangue e sono collegati tra loro: Uomo e Donna devono lottare insieme per vincere la violenza. “La violenza è una malattia, una malattia che danneggia tutti coloro che lo usano, indipendentemente dalla causa” (Chris Hedges – Giornalista, scrittore ed ex corrispondente di guerra statunitense).

Condividi

Acqua alta a Venezia

Acqua alta a Venezia

Venezia, 13 novembre 2019, l’acqua inizia a salire durante la notte. Un problema che è certamente noto in questa città che ha visto moltissime volte essere aggredita dall’acqua. Tutto ciò che fa parte dell’ambito naturale ha un senso; non ha senso al contrario chiedersi perchè progetti costosissimi come il MOSE (un’opera mastodontica di ingegneria civile che avrebbe dovuto preservare la città di Venezia in prossimità delle bocche di porto) siano stati scelti al posto di altri più economici e che tutta l’opera sia ferma da decenni. Anni e anni che passano, che si impilano…come fossero mazzi di carte. Adesso proviamo l’immenso piacere di sentire talk show in TV nei quali esperti di ogni ordine e grado mai visti prima, ex-politici che si rimpallato le responsabilità e giornalisti improbabili ci sollazzano con dibattiti infiniti e ci farciscono i neuroni con atroci domande senza risposte. L’illustrazione fa vedere un biglietteria che fornisce guide subacquee per visitare Venezia, ormai a – 20 metri sotto il mare (così indica il cartello a destra).“Non possiamo essere una nazione di eroi perché siamo un Paese che ha fatto dell’egoismo una virtù, del menefreghismo una regola di vita, dell’interesse personale l’undicesimo precetto” (Giampaolo Pansa – Giornalista, scrittore e saggista).

Condividi

Soldati italiani: attentato in Iraq

Attentato soldati italiani in Iraq

Il 10 novembre 2019 i canali di informazione comunicano di un attentato a soldati militari italiani in Iraq mentre ritornavano da una missione; dei cinque feriti uno ha subìto gravi amputazioni agli arti. Purtroppo la guerra è meschina, subdola, vigliacca. Il rischio, anche per chi è un professionista addestrato, di poter subire un attacco è sempre presente. Ho disegnato una vignetta in cui una trappola esplosiva IED Improvised Explosive Device ovvero Ordigni Esplosivi Improvvisati) viene preparata sotto un carro armato italiano; è stato posizionato un fusto di birra collegato ad una corda, pronta ad azionare (se tirata) una candela accesa che farà bruciare la miccia di un candelotto esplosivo interrato (TNT). “Perché quasi niente quanto la guerra, e niente quanto una guerra ingiusta, frantuma la dignità dell’uomo” (Oriana Fallaci – Scrittrice, giornalista e attivista; 1929-2006).

Condividi

Onore ai Vigili del Fuoco

Onore ai Vigili del Fuoco

La notte tra il 4 e il 5 novembre 2019 tre Vigili del Fuoco (Antonio Candido, Marco Triches e Matteo Gastaldo in servizio presso il Comando Provinciale di Alessandria) sono rimasti uccisi da una esplosione dolosa in una cascina di Quargnento. I Tre Eroi sono intervenuti in una prima esplosione, poco più tardi assassinati da una seconda deflagrazione. Ho voluto rappresentare la Morte, che purtroppo può arrivare improvvisamente a colpire Uomini Valorosi. Sarei desideroso sapere il momento in cui si provvederà a tutelare questi Angeli Custodi, almeno fornendo loro un trattamento salariale adeguato ai rischi elevati ai quali si espongono quotidianamente: intervengono per tutti noi di fronte ad ogni emergenza e necessità, con qualsiasi condizione atmosferica e in ambienti ostili….sempre e subito. “In cuore abbiamo tutti un cavaliere pieno di coraggio, pronto a rimettersi sempre in viaggio” (Gianni Rodari- Scrittore, pedagogista, giornalista e poeta italiano; 1920-1980).

Condividi

Trump attacca Al-BaghDADI

Trump attacca il Califfo

Il 27 ottobre 2019 fonti giornalistiche statunitensi danno notizia che le forze armate americane, tramite un massiccio bombardamento aereo associato a soldati dell’esercito a terra, uccidono il Califfo Al-Baghdadi. Al momento mi ha fatto ricordare a quando venne ucciso Bin Laden (del quale i TG, dopo averne parlato tutti i giorni per anni, non fecero vedere nulla che potesse darne una benchè minima prova); comunque forse si potevano affiancare i soldati islamici del luogo per catturarlo senza mettersi così tanto in mostra. Purtroppo Trump è il Presidente degli Stati Uniti d’America e, a modo suo, interviene…sostenendo che il mondo è adesso più sicuro. Non lo so; infatti…poco dopo è stato eletto un nuovo successore del Califfo. Nella vignetta ho rappresentato Trump che annienta il Califfo Al-BaghDADI. I “dadi” mi hanno ispirato perchè, oltre all’assonanza con il cognome dello scomparso, le azioni del Presidente sono come i risultati del lancio dei dadi: prive di qualsiasi ragionamento logico e casuali. “Un leader o un uomo d’azione in caso di crisi agisce quasi sempre inconsciamente e poi pensa delle ragioni del suo gesto” (Jawaharlal Nehru – Primo Ministro indiano; 1889-1964).

Condividi

2 Novembre 2019: ricorrono i Morti

Ricorrono i Morti 2019

2 Novembre 2019, la “Festa dei Morti”. Come ogni anno mi dedico a realizzare una vignetta in Memoria di tutti coloro che, in questa vita terrena, ci hanno lasciato Emozioni, Ricordi, Sensazioni, Esperienze, Attimi e Parole. Oggi si divertono, combattendo una gara (infatti “ri-corrono”) con casse pilotate a distanza da un sistema drone. Nei Cimiteri molti si sono affollati e si affolleranno in questi giorni, per portare un fiore e una preghiera ad un loro caro scomparso. Non è tanto recarsi davanti alla tomba in questo giorno preciso, quanto mantenere Vivo il ricordo di chi ora non è più tra noi. “Quando un uomo muore, un capitolo non viene strappato dal libro, ma viene tradotto in una lingua migliore” (John Donne – Poeta, religioso, saggista, avvocato e chierico della Chiesa d’Inghilterra; 1572-1631).

Condividi