Archivi del mese: Giugno 2021

Italia Bianca

Italia Bianca

Si ritorna di nuovo ad essere in “Bianco”, quasi in una sorta di candore post pandemico ritrovato (o quasi). L’Italia osserva quindi la sua mascherina proprio come se fosse una bandiera che sventola il colore più importante dei tre (quello centrale che fornisce più che altro la sensazione di tranquillità a tutti i turisti che vogliono visitarla). Il coronavirus cambia rapidamente; dopo numerose trasformazioni (alle quali viene assegnato un nome identificativo) è giunto alla variante “Delta”. Mi chiedo semplicemente se i vaccini che sono stati immessi in commercio (e poi velocemente inoculati a milioni e milioni di persone) erano stati pensati per il primo tipo di coronavirus, sono in grado di proteggerci dalle varianti? Non esiste purtroppo uno storico di questi vaccini; se tra qualche anno si inizieranno ad avere strani malesseri con malattie mai riscontrate prima (anche gravi), come si interverrà? Ai posteri l’ardua sentenza? Qualunque decisione tu abbia preso per il tuo futuro, sei autorizzato, e direi incoraggiato, a sottoporla ad un continuo esame, pronto a cambiarla, se non risponde più ai tuoi desideri” (Rita Levi Montalcini – Neurologa, accademica e senatrice a vita; 1909 – 2012).

Condividi

Ricordando Ustica (41 anni dopo)

Ricordando Ustica 2021

Il 27 giugno 1980 avvenne l’incidente aereo di Ustica, una strage che purtroppo ancora oggi continua ad essere attuale. Non sono state ancora chiarite molte dinamiche e passaggi; tuttavia è stato accertato che l’aereo (un “DC 9 Itavia” ben costruito) non è caduto alle ore 20:59 per colpa di un guasto tecnico o per errori dei piloti ma perché fu abbattuto. 81 persone persero la Vita precipitando con l’aeromobile nel Mar Tirreno. Il Presidente della Repubblica Mattarella ha espresso oggi il suo rammarico per non aver raggiunto ancora la Verità e aver lasciato i familiari delle Vittime in un dolore interminabile. Nella mia illustrazione ho posizionato l’aereo insanguinato all’interno di un “Libro Nero”, quello in cui la Verità viene nascosta, deformata e inghiottita dagli uomini. “La ricerca della verità è più preziosa del suo possesso” (Albert Einstein).

Condividi

Estate 2021

Estate 2021

Il caldo torrido di origine africana ci ha raggiunti; da giorni è iniziata ad impennarsi la temperatura portando disagi all’interno delle città, in modo particolare di quelle popolate. I consigli restano sempre gli stessi: bere molto ed evitare (se possibile) di permanere in ambienti assolati nelle ore in cui il Sole allunga perpendicolarmente i suoi raggi verso di noi. Nell’illustrazione odierna il Sole arrostisce a dovere due incauti (la formica in basso si è salvata grazie all’ombrellino protettivo, l’altra è cotta a puntino) che si erano preoccupati molto più del virus che del simpatico astro infuocato nascente. “Come sarebbe dolce vedere il sole di profilo” (Jean Baudrillard – Sociologo, filosofo, politologo, accademico e saggista francese di formazione tedesca; 1929 – 2007).

Condividi

In ricordo di “Alfredino” Rampi (Vermicino 1981 – 2021)

Omaggio ad Alfredino Rampi 1981-2021

Sono passati 40 anni da quei giorni terrificanti (quasi tre giorni) trascorsi dal momento in cui il piccolo Alfredo Rampi (di soli 6 anni) precipitò in un pozzo artesiano in via Sant’Ireneo, in località Selvotta, una frazione di campagna vicino a Frascati lungo la via di Vermicino (nei pressi di Roma). Partì la “macchina dei soccorsi” ma senza un reale coordinamento (vennero coinvolti Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri e molti altri; furono addirittura mandati messaggi di aiuto con i sottotitoli alle TV private perché era necessaria una trivella potente che penetrasse lo spesso strato di roccia; questo perché si ritenne possibile di poter scavare un tunnel adiacente a quello in cui si trovava sprofondato Alfredino, per raggiungerlo ed imbracarlo…ma non fu così). Si accavallarono interventi tecnici caotici, improvvisati ed alcuni di questi rallentarono e peggiorarono una situazione di per sè molto complicata. Angelo Licheri fu il soccorritore (volontario) che si prestò per aiutare Alfredino ma tutti i suoi tentativi furono vani. La RAI, per la prima volta, rimase in diretta permanente sul luogo dell’incidente…fino al momento in cui i medici diedero la triste notizia del decesso del bambino. “I bambini sono enigmi luminosi” (Daniel Pennac – Scrittore francese).

Condividi

Giornata Mondiale degli Oceani (08 giugno 2021)

Giornata Mondiale degli Oceani

L’08 giugno 2021 è stata la “Giornata Mondiale degli Oceani”; non ho pubblicato in tempo l’illustrazione odierna e questo è avvenuto anche altre volte; non mi preoccupo tanto se la data di pubblicazione è in anticipo oppure se oltrepassa l’evento quanto invece del messaggio che riesco a fornire. In questo caso uno dei pesci cartilaginei che ci terrorizza da sempre (anche in virtù di film tematici che sono diventati veri e propri classici) sembra quasi farci pena per questa sua impossibilità di liberarsi dalla plastica inserita tra i denti (gli squali sono esseri viventi presenti sulla Terra da milioni di anni, noi siamo arrivati molto tempo dopo ed abbiamo subito iniziato a sterminarli…le specie presenti sono circa 250 ma pericolose per l’uomo una decina). Per quanto riguarda gli Oceani siamo stati bravissimi a riempirli di plastica (ormai si trovano microplastiche anche a profondità abissali), petrolio e numerosissime altre sostanze nocive. Non trattiamo il Mare e gli Oceani come se fossero grandi cassonetti di spazzatura. Proteggiamo anche le acque interne del nostro Paese perché i dati sono allarmanti. Ricordiamoci che dal Mare e dagli Oceani è nata la Vita su questo Pianeta. “Sì, qual è il più profondo, il più impenetrabile dei due? L’oceano o il cuore umano?” (Lautréamont – Poeta francese; 1846 – 1870).

Condividi

2 giugno 2021 (non mi sento di festeggiare)

2 giugno 2021

Oggi è la “Festa della Repubblica Italiana”; personalmente non mi sento proprio in vena di solennizzare. Il motivo risiede nel fatto che, quando avevo 24 anni, il pomeriggio di quell’orribile 23 maggio 1992, iniziai ad ascoltare le prime notizie che sopraggiungevano dopo l’attentato al Giudice Falcone ed alla sua Scorta a Capaci. Degli Eroi, che TUTTI DOBBIAMO RINGRAZIARE SEMPRE per ciò che hanno svolto in Vita e, purtroppo, per il supplizio che hanno dovuto sopportare. Non sopporto l’idea che chi ha compiuto tali atrocità possa uscire dal carcere, anche se tali leggi sono state formulate per cercare di ricavare delle informazioni utili. Ma per alcuni dovrebbe esserci l’eccezione e non avere sconti di alcun tipo. No, proprio no. Oggi non festeggio questa repubblica.

Condividi