Archivi del mese: maggio 2015

Addio, B. B. King!

Addio BB King

Addio BB King

B. B. King è stato un grandissimo chitarrista e cantante statunitense; è scomparso a Las Vegas il 14 maggio 2015 per gravi problemi di salute. E’ stato uno dei più importanti esponenti del blues della seconda parte del XX secolo e del XXI. Amava esibirsi con la sua chitarra “Lucille”, una Gibson ES-355 Custom. Ha vinto per 14 volte il Grammy.  B. B. King riusciva a far uscire dal suo strumento un suono vibrante e caldo, dando vita ad un blues raffinato che lo ha accompagnato per tutta la sua carriera. Ho voluto dedicare in suo Onore la sua chitarra (con piccole ali) che vola verso il cielo, che supera le tenebre ed arriva verso la Luce. B. B. King, ne sono sicuro, starà sicuramente creando musica anche lì adesso. “Il bello della musica è che, quando ti colpisce, non senti dolore” (Bob Marley).

In memoria di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino

Murales Falcone e Borsellino

Murales Falcone e Borsellino

Il 23 maggio 2015 sono trascorsi ventitrè anni dall’attentato a Giovanni Falcone e alla sua scorta a Capaci (Palermo); pochi mesi dopo avverrà la strage di Borsellino in Via D’Amelio (19 luglio 1992). In omaggio alla memoria dei due Grandi Magistrati Italiani ho voluto postare l’immagine di un murales di 230 metri quadri, realizzato da Morris Modena, Mirko Modena, Luca Pepe della Hawana Family Crew, un gruppo di giovani artisti di Cisterna, inaugurato nel 2014 in occasione dei festeggiamenti per il patrono San Rocco. Nel murales i due magistrati scherzano, confidandosi qualcosa all’orecchio. Ci sono anche i nomi degli uomini della scorta che persero la vita insieme a loro. Non ci sono commenti a quanto accadde a questi Eroi Italiani, abbandonati al loro destino (già da loro conosciuto). Si trattava solo di aspettare che sarebbe avvenuto qualcosa di grave, ne avevano la consapevolezza piena. Il coraggio che hanno avuto tutti loro (magistrati e scorta) sono ancora un ESEMPIO per tutti noi, incapaci spesso di affrontare anche le minime difficoltà. “La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità” (Paolo Borsellino) – La mafia non è affatto invincinbile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave; e che si può vincere non pretendendo l’eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni” (Giovanni Falcone).

Samantha legge Dante dalla “Stazione Spaziale Internazionale” (ISS)

Dante supplicante

Dante supplicante

Il 24 aprile 2015 Samantha Cristoforetti, la nostra esemplare e preparatissima astronauta italiana in orbita con la “Stazione Spaziale Internazionale” (ISS), per celebrare i 750 anni  della nascita di  Dante Alighieri, ha letto in orbita il Primo Canto del “Paradiso”. Mi ha colpito molto sentirla leggere da lassù, con una sicurezza ed umiltà al tempo stesso uniche. Chissà se anche il “Sommo Poeta” avrebbe resistito e affrontato un viaggio così lungo, lontano ed anche “periglioso” dalla sua Terra e da Firenze. Certamente le sue parole, lette con così grande leggerezza da Sam, hanno potuto raggiungere non solo la ISS, ma gli spazi siderali. Sono entusiasta di sentirmi avvolto da tutto questo; spero e credo anzi che Gli Italiani possano raggiungere vette molto alte in tantissimi campi con il loro coraggio di riprendersi sopratutto nei momenti più difficili. “Non ritirarti proprio quando sei vicino a realizzare l’obiettivo” (Publilio Siro).

Nepal: terremoto 25 aprile 2015

Terremoto in Nepal

Terremoto in Nepal

 

Il 25 aprile 2015 una scossa di terremoto violentissima (7,6 della scala Richter) si è scatenata in Nepal, devastandolo. Altre scosse molto forti si sono poi succedute, causando altra devastazione. Gravissimi sono stati i danni, oltre a quelli minori avvenuti nelle zone himalayane di India, Cina, Bangladesh e Pakistan (sono state colpite comunque zone molto povere anche se estremamente turistiche; i vantaggi li hanno solo i turisti che alloggiano in quei luoghi). Gli edifici di Piazza Durbar a Katmandu, iscritti nel Patrimonio Mondiale UNESCO, sono andati distrutti: fra questi la Torre Dharahara del 1832 e il Tempio di Manakamana). Il terremoto ha innescato anche valanghe sul monte Everest; una di queste ha ucciso almeno 17 persone presso il “South Base Camp” (lassù erano presenti speleologi e guide alpine italiane di Trento: ha perso la vita il noto alpinista Renzo Benedetti, sepolto insieme a due altri scalatori sotto una frana non distante da Katmandu). Purtroppo, a livello strutturale, moltissime abitazioni non sono costruite in cemento armato e non sono quindi in grado di resistere a forze della Natura di questa entità (la città di Katmandu è stata edificata sopra ad un lago preistorico ed il suolo morbido è stato attraversato dalle onde sismiche in modo velocissimo, tanto che quest’ultime hanno provocato maggiori danni). Rivolgo un pensiero enorme a tutte le vittime, uomini e donne, giovani ed anziani…sopratutto ai bambini che, costretti a vivere in condizioni già precarie, dovranno anche aggiungere alla loro vita e sopportare tutte le difficoltà e i disagi di una catastrofe. “Il destino, quando apre una porta, ne chiude un’altra. Dati certi passi avanti, non è possibile tornare indietro” (Victor Hugo).

Milano: Expo 2015 ?

Exbo 2015

Exbo 2015

Apre oggi l’EXPO 2015, esposizione mondiale organizzata nella città di Milano con il tema: Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Un tema assai arduo da perseguire considerato che c’è purtroppo (e ci sarà sempre) chi soffre la fame (circa 870 milioni di persone denutrite nel biennio 2010-2012), dall’altra c’è anche chi muore per gravi disturbi di salute legati alla ipernutrizione (circa 2,8 milioni di morti per malattie legate a obesità e sovrappeso, cioè la parte “ricca” del pianeta che si abboffa e stramazza a terra perchè ha distrutto il proprio metabolismo con cibi grassi, alcool e quant’altro). Circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vengono sciupate, distrutte ogni anno. Non posso non soffermarmi poi sul fatto che l’Expo, oltre ad essere stato bloccato per corruzione, tangenti, etc…), occupa uno “spazio esiguo” di 110 ettari (circa 1 milione di metri quadrati) che, alla fine, sarà demolito (tutta l’area è stata ovviamente cementificata a pieno rispetto della Terra). Spero proprio che, da tutto questo, si possa riflettere e pensare che sul nostro pianeta stiamo aumentando numericamente, mentre le risorse disponibili vengono a mancare. La guerra globale avverrà quando mancherà la nostra “Sorella Acqua”: allora sì che sarà molto difficile, senza di essa, risolvere i nostri problemi. Ho disegnato così una mela servitrice e sofferente (con altri frutti e ortaggi intorno), che rappresenta la nostra Terra sfruttata ed esausta. La chiave è quella dell’apertura dell’Expo 2015 (sul titolo ho cambiato in Ex-BO? dato che le opere ancora sono state completate all’interno). “Non imparerai mai tanto come quando prendi il mondo nelle tue mani. Prendilo con rispetto, perché è un vecchio pezzo di argilla, con milioni di impronte digitali su di esso. (John Updike – scrittore)”.