Archivi del mese: Gennaio 2020

Giornata della Memoria 2020

Giorno della Memoria 2020

Il 27 gennaio è il “Giorno della Memoria”; infatti il 27 gennaio 1945 i prigionieri del campo di sterminio di Auschwitz vennero finalmente liberati dalle armate russe. Ricordare questa storia che appartiene all’intera umanità colpita da una tragedia simile non è semplice, né con le parole, né con la grafica, né in altro modo. Osservando in televisione gli ultimi superstiti, sopravvissuti all’Olocausto (Shoah in lingua ebraica) per recarsi in quei luoghi dove sono stati privati della loro Dignità e raccontare cosa è accaduto alle giovani generazioni per evitare che possa succedere ancora una volta, mi fanno tenerezza e mi fanno stringere il Cuore. Uomini e Donne internati ad Auschwitz, Dachau, Bergen-Belsen ed in molti altri campi di concentramento… Uomini e Donne che hanno conosciuto il vero Inferno, quello creato dall’uomo sulla Terra. Nella mia vignetta ho inserito delle “Colombe della Pace” che salvano alcune “Stelle di Davide”: le altre ormai non possono essere più aiutate.“Quelli che non ricordano il passato sono condannati a ripeterlo” (questa frase si trova incisa in trenta lingue su un monumento nel campo di concentramento di Dachau).

Condividi

Coronavirus cinese

Coronavirus cinese

Da qualche giorno i TG mondiali ci informano sulle notizie legate alle vittime del nuovo coronavirus diffusosi in Cina: le decine di decessi si sono registrati nella città di Wuhan. I casi accertati si sono manifestati anche in altre zone (Hong Kong, Macao e Stati Uniti); l’OMS sta cercando le migliori soluzioni del caso. Nella vignetta ho identificato un coronavirus in un soggetto di etnia cinese: come potete osservare, non è affatto complicato. “I virus non si sono fatti rinchiudere allo zoo” (Rinaldo Caddeo – Giornalista, scrittore, traduttore, linguista e storiografo; 1881-1956).

Condividi

L’Amore salva

L’ Amore salva

La parola “Amore”…quante volte l’abbiamo usata parlando? Quante volte abbiamo creduto in Lui? Quante volte ci ha deluso? Quante volte invece ci ha sollevato, facendo tornare la nostra Anima verso la Luce? Io credo sia saggio seguirne i consigli, aprire il nostro Cuore e farlo entrare…per poter volare alti e non sprofondare come coloro che odiano, disprezzano, insultano, offendono. Ogni volta che ci sentiamo soli, abbandonati, tristi per il non aver saputo quale strada intraprendere, che siamo stati lasciati in disparte e non considerati, ogni volta che le nostre scelte sono state inopportune e siamo stati traditi…chiamiamolo senza paura: Lui sarà subito lì per farci comprendere in realtà che non si è mai allontanato.“Voglio fare con te ciò che la primavera fa con i ciliegi” (Pablo Neruda – Poeta, diplomatico e politico cileno; 1904-1973).

Condividi

Missione Siberia

Lorenzo Barone in Siberia

Ho voluto dedicare questo lavoro a Lorenzo Barone, straordinario ragazzo di Sangemini che ho avuto come alunno nella Scuola Primaria. Il 14 gennaio 2020 affronterà la sua “Grande Missione”: cercherà di arrivare in solitaria con la sua bicicletta nella città di Ojmjakon in Siberia (circa 800 abitanti) in un percorso di andata e ritorno di 5000 km in stagione invernale. In questo luogo sperduto sono state registrate temperature freddissime (fino a -72 gradi). Ha modificato da solo l’attrezzatura necessaria (i guanti ad esempio li ha realizzati lui con materiali diversi), dimostrando Inventiva e tanta tanta Passione. Con i suoi numerosi viaggi estremi, è riuscito a regalare (e continuerà a farlo ancora) a tutti coloro che lo seguono uno Spirito di Libertà purissimo, Avventura e Rispetto. Con il corpo saremo lontani, ma il Pensiero ti accompagnerà…ciao Esploratore, torna Vincitore! “Finché si avranno passioni non si cesserà di scoprire il mondo” (Cesare Pavese – Scrittore, poeta, traduttore e critico letterario; 1908-1950).

Condividi

L’Australia brucia

L’ Australia brucia

Non si può non soffermarsi sugli incendi che, dal mese di settembre 2019, stanno devastando l’Australia (si stima che l’area colpita dalle fiamme potrebbe arrivare a 15 milioni di ettari), numerose persone sono state fatte allontanare dalle loro case e dai loro territori, moltissimi animali sono deceduti a causa dei roghi (la gravità delle ferite riportate ha costretto molti medici veterinari ad abbattere le Creature ustionate). Un vero disastro ambientale, che colpisce non solo quei luoghi ma l’intera Umanità nella Coscienza. Nella vignetta ho rappresentato l’Australia abbrustolita (la testa è la cartina stessa del continente sopracitato) che osserva un koala arrostito. “In un incendio, tra un Rembrandt e un gatto, io salverei il gatto” (Alberto Giacometti – Scultore, pittore ed incisore svizzero; 1901-1966).

Condividi

Befana 2020

Befana 2020

Quest’anno la Befana non vuole discostarsi dal suo “finale” contenente uno scontro il più delle volte deleterio per Lei. Solca così i cieli notturni compiendo bizzarrie ed evoluzioni, accarezzando le stelle e la Luna ma… troppo veloce procede con la sua scopa: purtroppo si accorge in ritardo degli stop del TIR fermo in strada. Prudenza, ci vuole prudenza…anche quando si è una esperta guidatrice come la vecchietta in oggetto. Buona Befana a tutti, Amici cari! “Bisogna fare cose folli, ma farle con il massimo di prudenza” (Henry de Montherlant – Scrittore, drammaturgo e poeta francese; 1886-1972).

Condividi

Il Santo Padre schiaffeggia una fedele

Papa FranCEFFO

Papa Francesco, durante la Benedizione nel giorno di San Silvestro in Piazza San Pietro, viene afferrato bruscamente da una fedele su una mano; il Papa reagisce in modo subitaneo, schiaffeggiandole la mano: si tratta di una donna. Poi Papa Bergoglio chiederà scusa pubblicamente, dichiarando “A volte perdo la pazienza”. In effetti…pensando a quante volte migliaia e migliaia di persone si avvicinano a lui e lo toccano…è un Essere Umano, Santo ma Essere Umano! Nella mia vignetta odierna (stavolta ho ideato prima il titolo che mi ha fornito lo spunto grafico successivo) l’ho dipinto un “pochino” come un pirata, pensando forse alla canzone interpretata da Julio Iglesias “Sono un pirata, sono un signore”. E’ stato brusco ma anche un Signore a perdonare. “Il perdono è la qualità del coraggioso, non del codardo” (Mahatma Gandhi).

Condividi