Fantasy

FeCicottero

FeCicottero

Ho voluto dedicare tempo a questo splendido ed elegantissimo animale, il fenicottero, resosi protagonista della cronaca nazionale per essersi presentato, il 10 maggio 2020, davanti al Sig. Mauro Marroccu che transitava con la sua automobile lungo la strada che divide in due lo stagno di Molentargius, a Quartu Sant’Elena (vicino Cagliari). Il fenicottero si stava spostando da uno specchio acqueo all’altro. L’ho soprannominato “feCicottero” perché qui… rilascia beatamente il contenuto dei suoi intestini sopra il Sars-Cov 19. “L’eleganza è la sola bellezza che non sfiorisce mai” (Audrey Hepburn – Attrice britannica; 1929 – 1993).

Condividi

Non rinDRONIamoci

Non rinDRONIamoci

Questa illustrazione prova a parlare chiaro, ovvero: non rintroniamoci con gli eccessi legati alla tecnologia (non ho rappresentato una persona di sopravanzata età per deriderla o svalorizzarla… al contrario qui mi accingo ad esaltare la Grande Energia e la Voglia di partecipare attivamente alla Vita moderna di tantissime persone avanti con l’età, molto più di tante persone giovani che si lamentano continuamente, come se fossero decrepite). Il problema sta nell’abuso, non nell’uso dei mezzi tecnologici (vale per tanti aspetti); per ragioni legate alla contingenza attualmente siamo obbligati ad usarli (lavoro a distanza o “Smart working”, DAD alias “Didattica A Distanza“, etc…). Io credo che dovremo tornare (e spero presto) a riprendere in mano le nostre vite ed esseri padroni delle nostre esistenze, liberi di scegliere ed anche di sbagliare, svincolati da un esubero di strumenti elettronici (cellulari, tablet, droni, computer, robot tuttofare…). Altrimenti davvero ci cattureranno, lentamente ma inesorabilmente, ci costringeranno a fare ciò che non avremmo mai voluto fare. Le grandi aziende di commercio ci invogliano a comprare online oggetti inutili in quantità (ecco perché il carrello è capiente)… ed il “volo” non sarà mai il nostro, ma compiuto da qualcuno che traccia la Strada della Vita al nostro posto. “Il tempo passa: proviamo ad invecchiare solo fuori, non dentro” (Roberto Lancia).

Condividi

Perdita del primato

Perdita del primato fase 2

La “Fase 2” della ripresa dell’intero “Sistema Paese”, dopo la prima ondata disastrosa attraversata dal mondo intero (partito dalla fase iniziale di conoscenza del coronavirus fino ad oggi), inizia con molta gradualità. Di questa eccessiva lentezza ne risente…il bradipo, animale conosciuto per la sua scarsa abilità a muoversi (circa 0,24 km/h); per questo, iracondo per la perdita del suo primato, lui versa lacrime amare. “C’era una lumaca che, pur accettando una vita lenta, molto lenta, e tutta sussurri, voleva conoscere i motivi della lentezza” (Luìs Sepulveda – Scrittore, giornalista, sceneggiatore, poeta, regista ed attivista cileno naturalizzato francese; 1949 – 2020).

Condividi

Riapertura della “filiera”

Riapertura della filiera

Un altro vocabolo con alto tasso di inflazione è “filiera” (ovvero quell’insieme di aziende che partecipano alla fornitura di un prodotto specifico); nella prossima “Fase 2” dovrebbero ripartire varie attività (lo Stato stabilirà quali) per tentare di far uscire – questo Paese allo stremo – dal pantano creato dal Sars-Cov-2. Non solo gli uomini si preoccupano di far ripartire la filiera; anche qualcun’altro attende ansioso le notizie in TV sperando di potersi avviare con rinnovato slancio. “L’entusiasmo è il pane quotidiano della giovinezza. Lo scetticismo il vino quotidiano della vecchiaia” (Pearl S. Buck – Scrittrice, sceneggiatrice, giornalista ed accademica statunitense; 1892-1973).

Condividi

Covid 19: “Non abbassare la guardia!”

Non abbassare la guardia

Sono trascorse settimane dal momento in cui abbiamo cambiato improvvisamente le nostre abitudini e abbiamo intrapreso questo percorso di permanenza forzata per combattere il virus Sars2-Cov19. Non so voi, ma la fatidica frase “Non abbassare la guardia!” pronunciata per stimolare le persone a non farsi prendere dall’euforia nella “FASE 2” (momento in cui si dovrebbe allentare un poco alcune restrizioni generali e provare a riprendere qualche attività) mi avrà attraversato le Trombe di Eustachio qualche decina di miliardi di volte. Per questo motivo ho realizzato la vignetta sostenendo che, ogni tanto, alla guardia… diamogli un cambio. “Il dolore se condiviso si dimezza.
La gioia se condivisa si raddoppia” (San Tommaso).

Condividi

Surplus di notizie su coronavirus

Surplus notizie covid 19

Comprendo perfettamente da parte dei mass media la loro necessità di informare le persone quotidianamente, premendo frequentemente sulle notizie più “destabilizzanti” il nostro equilibrio interno (ci creano angoscia), ma questo avviene. Allora ho deciso di ascoltare per la maggior parte del tempo che ho a disposizione solo buona musica, comunque di spegnere la TV durante i pasti e di informarmi successivamente tramite internet, di disegnare e leggere fumetti, di parlare con gli amici al telefono e con Skype, di scoprire tante informazioni dai libri in mio possesso. Bisogna “respirare”, per non soffocare. E non solo ossigeno. “Amo le persone laureate in legge…rezza” (Ivano Mugnaini – Poeta, scrittore e saggista).

Condividi

Pesce d’aprile 2020

Pesce d’aprile 2020

Quest’anno il “pesce d’aprile” è stato praticato, in realtà, ovunque; con i fatti accaduti non ci sarebbe da scherzare molto ma la fantasia e l’ironia ci allontana per poco da questa quotidianità stravolta e surreale. Il pesce dalle dimensioni maggiori nell’illustrazione inquieta l’altro, che lo osserva incuriosito ed interdetto. E’ un…pesce di Wuhan, l’esteso capoluogo della provincia di Hubei, in Cina: il contagio non lo ha risparmiato. Buona permanenza d’aprile (in casa) a tutti! “È una bella prigione, il mondo” (William Skakespeare).

Condividi

PANdemia

Pandemia coronavirus

Pandemia (etimologia greca “di tutto il popolo”). Si, proprio così, come il pane…. il SARS Cov-2 creato dall’uomo incauto ha invaso il mondo nella sua interezza, creando morte, angoscia e crollo totale delle economie. Con la parola del titolo non è stato difficile “giocarci” e creare un filone invaso dal virus anche al suo interno. Il pane però offre la sua Bontà, il suo Profumo, ha un fortissimo significato simbolico e religioso ed è apprezzato ovunque. Il SARS Cov-2 è stata una scellerata creazione umana: creato nei laboratori cinesi iniettando nella SARS (una polmonite acuta) una proteina presa da pipistrelli e topi (come già mostrato dal TGR Leonardo del 16 novembre 2015) che sta dimostrando che la Natura non va violentata modificandola a nostro piacimento. “Voi che non avete mai fatto nulla – se non costruire per distruggere-voi giocate con il mio mondo-come se fosse il vostro piccolo giocattolo” (Bob Dylan – Cantautore, compositore, musicista e poeta statunitense).

Condividi

Salvaguardia dell’immunità di gregge

Salvaguardia immunità di gregge

Secondo il principio dell’immunità di gregge, “nelle malattie infettive che vengono trasmesse da individuo a individuo, la catena dell’infezione può essere interrotta quando un gran numero di appartenenti alla popolazione sono immuni o meno suscettibili alla malattia” (da Wikipedia). Questo principio è stato annunciato da Sir Patrick Vallance, consigliere scientifico di Boris Johnson, Primo Ministro del Regno Unito. Quindi: cercare di contagiare almeno il 60% della popolazione inglese (possono morire tranquillamente i “più deboli”) per sviluppare l’immunità di gregge. Tale teoria è stata non solo subito smontata dai virologi ma ritenuta assai pericolosa. Nel frattempo un gregge di pecore si è organizzato autonomamente, dotandosi anche di un metro per tenere in modo preciso le distanze ed evitare il diffondersi del morbo. “Il pericolo non viene da quello che non conosciamo, ma da quello che crediamo sia vero e invece non lo è” (Mark Twain – Scrittore, umorista, aforista e docente statunitense; 1835-1910).

Condividi

coronaVinus

coronaVinus

In questi giorni di permanenza forzosa in casa (legata al DPCM 11 marzo 2020 del Consiglio dei Ministri per limitare la diffusione del coronavirus) sicuramente qualcuno/a accentuerà l’uso di “distrattori” che, se consumati in eccesso, possono ledere il fegato ed altri apparati molto più dell’invisibile morbo. Conosco il sottile piacere del bere (sempre con moderazione), attenzione quindi alle eccessive tracannate di alcool. Buona “reclusione” a tutti! “Il vino prepara i cuori e li rende più pronti alla passione” (Ovidio – Poeta romano; 43 a. C. – 18 d. C.).

Condividi
Commenti recenti