Archivi del mese: novembre 2014

Italiane nello spazio

Cristoforetti on space

Cristoforetti on space

Samantha Cristoforetti è aviatrice, ingegnere e astronauta; è anche prima giovane donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea e prima donna italiana nello spazio. Davvero importante il suo traguardo raggiunto dopo anni di sacrificio e di impegno notevole. E’ decollata a bordo del veicolo “Soyuz” per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale con altri due piloti. Mi ha colpito simpaticamente il fatto che si preoccupasse di portare dei calzini nello spazio: sembra che lassù siano quasi indispensabili in questi mesi di permanenza. Peccato solo non si sia potuta portar via le “mezze calzette” di cui abbonda la Terra, per lasciarle lontano da tutti noi su qualche asteroide di passaggio.

Co…meta!

Rosetta vicina alla cometa

Rosetta vicina alla cometa

“Rosetta” è il nome della missione spaziale realizzata dall’Agenzia Spaziale Europea, consistente nel far raggiungere alla sonda “Rosetta”e al lander “Philae” (quest’ultimo è un dispositivo in grado di atterrare e di ancorarsi) alla cometa 67P/Churyumov-Gerasinenko. Il lancio è avvenuto molto tempo fa (il 2 marzo 2004) e “Philae” (con a bordo il trapano italiano necessario per il prelevamento di campioni di terreno) è arrivato sulla cometa il 12 novembre 2014, dopo un viaggio durato circa 10 anni. Certamente un obiettivo complesso da raggiungere, consistente in un progetto al quale hanno partecipato diversi paesi e nel quale sono stati impiegati investimenti importanti. Inizialmente era stata scelta la cometa 46P/Wirtanen ma, a causa del ritardo nel lancio, si optò per la cometa attuale. Purtroppo il lander non ha potuto assorbire altra energia solare dai suoi pannelli e l’ultimo contatto con lui è avvenuto il 15 novembre 2014. Mi chiedo, dopo tutta questa disquisizione tecnica, come mai gli Italiani riescano a spedire un trapano a milioni di chilometri dalla terra su una cometa sperduta e NON RIESCANO ASSOLUTAMENTE a centrare il voto giusto da dare a chi ci governa. Misteri del cosmo.

Fumo? No, grazie!

 

Prigionieri del fumo

Prigionieri del fumo

Con questa vignetta tento di sensibilizzare tutte quelle persone che, sia da poco ma sopratutto quelle da tanto tempo, hanno intrapreso la strada del “vizio del fumo”. So che i fumatori incalliti accettano tutti i rischi del caso e godono nell’appestarsi, fregandosene altamente di tutto ciò che gli viene consigliato di fare; spesso sostengono la tesi: “Tanto si ammalano terribilmente anche coloro che non fumano!”. I neofiti d’altro canto affermano che “Noi siamo capaci di smettere in qualsiasi momento“. Accade però che, mentre i fumatori compiono il semplice gesto di accendere una sigaretta, assumono sostanze molto nocive e pericolose, per loro e per gli altri. Aggiungo un aforisma: “Disturbo se fumo?”. “Le dispiace se muoio?” (da uno slogan della campagna antitabacco in California).

2 Novembre 2014: ricorrono i Morti

2 Novembre 2014

2 Novembre 2014

2 Novembre 2014: ricorrono i morti. Considerando l’abbondante quantità di persone che si recano al cimitero solamente in questo giorno dell’anno, a qualche trapassato in effetti (se avesse la possibilità) verrebbe davvero il desiderio di fuggire via dal parentame disinteressato o da quello preso dal senso di colpa. Teniamoli invece sempre presenti dentro i nostri cuori i cari defunti, senza affollarci per donargli un saluto veloce in un giorno prestabilito.