Fumo? No, grazie!

 

Prigionieri del fumo

Prigionieri del fumo

Con questa vignetta tento di sensibilizzare tutte quelle persone che, sia da poco ma sopratutto quelle da tanto tempo, hanno intrapreso la strada del “vizio del fumo”. So che i fumatori incalliti accettano tutti i rischi del caso e godono nell’appestarsi, fregandosene altamente di tutto ciò che gli viene consigliato di fare; spesso sostengono la tesi: “Tanto si ammalano terribilmente anche coloro che non fumano!”. I neofiti d’altro canto affermano che “Noi siamo capaci di smettere in qualsiasi momento“. Accade però che, mentre i fumatori compiono il semplice gesto di accendere una sigaretta, assumono sostanze molto nocive e pericolose, per loro e per gli altri. Aggiungo un aforisma: “Disturbo se fumo?”. “Le dispiace se muoio?” (da uno slogan della campagna antitabacco in California).

Condividi