19 luglio 1992: Eroi della Patria ci salutano per sempre

Borsellino Eroe della Patria

Il 19 luglio 1992 il Magistrato Eroe Paolo Borsellino (insieme agli agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina) vengono uccisi in Via D’Amelio a Palermo dall’esplosione di un’auto-bomba parcheggiata proprio davanti l’ingresso del palazzo dove abitavano la madre e la sorella del Giudice. Non dimentichiamo mai il Coraggio, l’Onestà, l’Amore e la dedizione per la sua Famiglia, la Forza Interiore, la Professionalità, l’Intuizione, il Senso del Dovere, che lo hanno contraddistinto quando era in vita. “Se la gioventù le negherà il consenso, anche l’onnipotente e misteriosa mafia svanirà come un incubo” (Paolo Borsellino – Magistrato; Palermo 19 gennaio 1940 – Palermo 19 luglio 1992).

Condividi