500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci

Ermellino con ermellino

In queste ore mi sono dilettato a modificare digitalmente un’opera molto nota di Leonardo di ser Piero da Vinci (il dipinto è “La dama con l’ermellino” databile intorno al 1488-1490; la dama ritratta va identificata con Cecilia Gallerani) che mi ha da sempre colpito ed affascinato. Il 2 maggio 2019 sono trascorsi 500 anni dalla morte e mi sembrava opportuno ricordarlo. Ho immaginato pertanto un Leonardo moderno che ha individuato come viaggiare nel Tempo e, nell’arco di una manciata di ore, scopre rapidamente come accendere un computer per poi divertirsi con un programma di grafica. Così modifica una delle sue opere ma…cosa sarebbe stato in grado di realizzare una Mente Immensa con i mezzi odierni? Difficile rispondere… Questo resta solo uno scherzoso omaggio ad un Grandissimo Inventore, Artista e Scienziato Italiano (Anchiano, 15 aprile 1452 – Amboise, 2 maggio 1519). “Se prendo il verde non vuol dire che intendo dipingere l’erba, e se prendo il blu non significa che dipingerò il cielo. Il colore esprime lo stato d’animo dell’artista” (Vasilij Grossman – Giornalista e scrittore sovietico; 1905-1964).

Condividi